Pizze & Focacce ripiene · Pizze & Focacce semplici

Pizza alla carota. Impasto al betacarotene

pizza alla carota (15)test

Uno dei lievitati più belli che io abbia realizzato è rappresentato dal panbauletto carote e barbabietole. Mi è piaciuto davvero molto il suo gusto e profumo e questa pizza nasce dalla stessa idea, aggiungere all’impasto il purè di carote. L’impasto si gestisce meravigliosamente e il sapore è davvero unico. Quindi questa pizza oltre al suo bellissimo colore e al suo sapore è anche un concentrato di vitamine e betacarotene, se poi la farciamo con ingredienti freschi e genuini allora diventa davvero un piatto unico perfetto per l’estate. Quindi sbizzarriamoci … Ecco la mia ricetta per circa 4 pizze tonde da piatto.

Ps prossimamente realizzerò anche quella alla barbabietola.

Ingredienti per 4 pizze tonde da piatto

Tempo di preparazione: impasto 40 min, tempo di maturazione in frigo 8-12 ore (facoltativa), tempo di fomatura e lievitazione fuori frigo 4-5 ore, stesura, farcitura e cottura finale 30 min.

  • 350 g di farina 0 bio
  • 100 g di semola
  • 300 g di purè di carote
  • 50- 60 g di acqua a temperatura ambiente
  • 80 g di li.co.li rinfrescato oppure 100 g di pasta madre solida (in questo caso aumentate di 20 g la quantità di acqua) oppure 5 g di lievito di birra o naturale secco oppure 10 g di lievito di birra fresco
  • 10 g di olio extra vergine di oliva
  • 10 g di sale

Innanzitutto procediamo a preparare il purè, ho proceduto alla cottura a vapore, voi potete anche cuocerle se preferite in abbondante acqua bollente, appena cotte, con il minipimer ridurre in purè e ponetelo a raffreddare.

Una volta raffreddato, procedete con l’autolisi delle farine con il purè, quindi unite le farine setacciate e purè miscelate grossolanamente e lasciate riposare coperto da un canovaccio per 30 minuti. Trascorso il tempo di autolisi in una ciotola unite acqua e lievito alla farina e purè e impastate, trasferite l’impasto nella ciotola dell’impastatrice, se ne possedere una, e iniziate ad impastare per qualche minuto a velocità 1, poi per circa 5 minuti a velocità 2 e per altri 10 minuti a velocità 3 fino ad arrivare ad incordatura. Ad incordatura avvenuta aggiungete l’olio evo a filo e impastare a velocità 3 fino a riprendere l’incordatura. Se doveste avere problemi di incordatura, spegnete lasciate riposare e riprovare evitando di far scaldare l’impasto, solo se necessario e in estremis aggiungere un pugnetto o due di farina e riprovare fino ad incordare. (Essendo che nell’impasto la maggiore idratazione è data dal purè di carote questo condizionerà anche il risultato quindo se l’impasto è troppo ingestibile perchè eccessivamente idratato aggiungete della farina ne basterà quanche pugnetto, se l’impasto invece dovesse essere duro potete aggiungere un pochino di acqua in più). Una volta ottenuta l’incordatura, ventilare l’impasto, procedendo con due tre giri di gancio a distanza di 10 minuti per almeno 3 volte. Trasferite a questo punto l’impasto dentro una ciotola oleata e copritela con della pellicola. Lasciate l’impasto a riposare per altri 60 minuti e procedere con delle pieghe in ciotola. Fatene almeno due o tre. Coprite bene la ciotola con la pellicola e potete scegliete se fare lievitare subito, sarà pronto al raddoppio, oppure farlo maturare in frigo da un minimo di 6 a massimo 24 ore.

Una volta maturato o lievitato a temperatutra ambiente l’impasto tiriamolo fuori dal frigo e formiamo i panetti, per la formatura seguite questo video, i panetti dovranno essere di circa 200 g l’uno, disponiamoli su una spianatoia infarinata, spolveriamoli di farina e copriamoli con della pellicola oleata e da un canovaccio, li lasceremo acclimatare e lievitare per almeno 3 ore.

pizza alla carota (18)

Una volta trascorso questo tempo, stendiamo i panetti e farciamoli a piacere, usate per lo spolvero della semola, (per la stesura dei panetti vi consiglio di guardare questo video), dopo di che potete procedere a cuocere le vostre pizza o nel fornetto Ferrari Delizia, cosi come ho fatto io e ovviamente se ne siete in possesso, oppure con il metodo forno-grill come in questo video, o direttamente in forno caldo con temperatua al massimo, avendo l’accortezza di infornare per un paio di minuti nella parte bassa del forno ( se siete in possesso di pietra refrattaria direttamente sulla pietra rovente) e una volta che la pizza sarà bella gonfia e avrete provveduto a controllare la cottura girandola di tanto in tanto,  trasferire la pizza nella parte superiore del forno proprio sotto la resistenza per farla colorare, per far sciogliere la mozzarella e terminare cosi la cottura.

pizza alla carota (10)

Io ho farcito le mie pizze con un pesto di zucchine ( ho grattuggiato le zucchine e passate in padella con uno spicchio d’aglio, olio evo sale e origano), peperoni in agrodolce, pomodorini pachino a spicchi, cipolla rossa di tropea lasciata macerare nel succo di limone, pesca, bresaola e mozzarelline di bufala.

Questo è il risultato.

pizza alla carota (16)

pizza alla carota (14)

pizza alla carota (13)

pizza alla carota (11)

pizza alla carota (3)

pizza alla carota (6)

pizza alla carota (5)

pizza alla carota (4)

pizza alla carota (1)

pizza alla carota (2)

pizza alla carota (7)

pizza alla carota (8)

pizza alla carota (9)

pizza alla carota (17)

pizza alla carota (15)test

Buon appetito e carica di betacarotene per questa estate con queste bellissime pizze colorate…. e mi raccomando ricordate sempre che l’ingrediente segreto è sempre cucinare con Amore.

Image 2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...