Lievitati Dolci e Panbrioches

Panlatte Orientale al cocco

Panlatte al cocco orientale (13)

Questo panlatte, forse il termine nemmeno esiste ma a me piace, è super buono! E’ un panbrioche di origine cinese meglio conosciuta come panini al cocco. Ho cercato di ricreare questo pane per diverso tempo ma non capivo il trucco e finalmento ho capito che stava in due ingredienti ovvi  e cioè nell’olio di cocco e nel latte di cocco. L’olio di cocco come il latte di cocco si trovano facilmente ovviamente se non lo trovate no problem un risultato simile si può creare usando olio vegetale o burro. La ricetta permette di fare singoli panini o un unico panebrioche. Io ho realizzato un unico panbrioche. Ovviamente i tempi di cottura cambieranno nel caso di panini circa 20-22 minuti in caso di panbrioche 30-35 minuti.

Ecco per voi la ricetta di circa 8-9 panini o 1 panbrioche

Ingredienti per l’mpasto

  • 350 g di farina manitoba (oppure metà manitoba e metà 00)
  • 80 g di latte di cocco (alternative: 80 g di burro + 3 cucchiai di farina di cocco oppure 50 g di olio di semi + 3 cucchiai di farina di cocco+ 3 cucchiai di latte intero)
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di olio di cocco (facoltativo oppure sostituibile con 30 gr di burro fuso)
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 50 g di lievito madre rinfrescato (pasta madre solida) 0 5 gr di lievito di birra fresc0
  • Tang Zhong (o meglio conosciuto come water roux)

Tang Zhong (Water Roux)

  • 165 g di farina manitoba
  • 220 g acqua
Farcitura
  • 130 gr di farina di cocco
  • 3 cucchiai di olio di semi (oppure 20 gr di burro)
  • 3 cucchiai di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 1 uovo per spennellare

Variante con li.co.li: 3o g di licoli rinfrescato e 365 g di manitoba

Innazitutto dobbiamo preparate lo Tang Zhong. 

Cos’è lo Tang Zhong? Si tratta di un pre-impasto, ad altissima idratazione, che ha la caratteristica di essere anche pre-riscaldato fino a 65°, in un pentolino. A quella temperatura, le proteine (il glutine) gelatinizza e si ottiene un roux, che è una tecnica già ben conosciuta nelle nostre cucine (la si utilizza come base per la salsa besciamella), ma non nei nostri forni. L’effetto che produce: innanzitutto aumenta la capacità di assorbimento di acqua e la ricetta idrata di più, ma non soltanto. La gelatina che costituisce il Tang Zhong, di fatto, costituisce un ottimo sostituto di tutti quegli emulsionanti utilizzati di solito (grassi, burro, olio, ecc…), che hanno la funzione di rendere omogenea e minutissima l’alveolatura dell’impasto, fino a farlo somigliare a un vero e proprio “pérlage” degno di uno spumante. Ma ancora un effetto è quello di maggior rilievo: la leggerezza del prodotto finale.

(Fonte web e la mia follower Sara S.)

Quindi per preparlo unite farina e acqua in un pentolino e con una frusta e a fuoco medio girare fino a far incorporare la farina e a rendere il composto sodo ed elastico. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.

DSC_0462l

Unire tutti gli ingredienti, quindi setacciare la farina, in una planetaria unite alla farina il latte di cocco (o le alternative proposte) l’uovo, lo zucchero, l’olio di cocco o il burro (se desiderate altrimenti potete ometterlo), il lievito e lo Tang Zhong impastare per qualche minuto unire il sale e continuare ad impastare finchè non sia incordato quindi lasciare lievitare in una ciotola coperta da pellicola fino al raddoppio, al raddoppio avvenuto sgonfiare l’impasto e farlo rilievitare per un paio d’ore.

Prepariamo la farcitura semplicemente unendo farina di cocco, olio o burro, zucchero e sale, mescolare bene e lasciare riposare.

Panlatte al cocco orientale (1)

Dividere la pasta in 8-9 pezzi. Stendere ogni pezzo. Riempirlo della miscela con la farina di cocco ripiegare i lembi e arrotorale, mentre arrotolare tirate la pasta verso di voi in modo da arrotolare in maniera ben stretta e in modo da avere più giri nei panini.

Panlatte al cocco orientale (3)

Imbuttare o rivestire da carta da forno la teglia da plumcake o posizionare i panini su una leccarda sempre imburrata o rivestita e lasciare lievitare per almeno 2 ore.

Panlatte al cocco orientale (6)

Spennellare con dell’uovo e infornate a 180-190 gradi per 30-35 minuti nel caso del panbrioche oppure per 20 minuti circa nel caso di panini, vi consiglio nel caso dei panini di sistemarli in formine rettangolari se ne siete provvisti i panini saranno più belli e formate. Se vi accorgete che il panbrioche si sta colorando troppo vi consiglio di coprirlo con dell’alluminio.

Panlatte al cocco orientale (7)

Panlatte al cocco orientale (8)

Togliete dal forno fatelo raffreddare e gustatelo spolverato da zucchero a velo o da farina di cocco, vi assicuro che profumo e sapore sono divini!

Panlatte al cocco orientale (9)

Panlatte al cocco orientale (16)

Panlatte al cocco orientale (15)

Panlatte al cocco orientale (12)

Panlatte al cocco orientale (10)

Panlatte al cocco orientale (13)

Buona merenda e ricordate di cucinare sempre con Amore!

image-2

Annunci

4 thoughts on “Panlatte Orientale al cocco

  1. Mi piace moltissimo questo blog, mi piacciono le ricette: molto tecniche, e ben spiegate! Complimenti! Appena avrò tempo voglio rifare qualche lievitato, con un paio di modifiche se non ti dispiace: ti citerò senza dubbio. Brava!!

    Liked by 1 persona

  2. Ciao, vorrei provare la ricetta perchė amo il cocco.
    Pensi si possa fare una variante spennellando l’interno del panino con crema di nocciole?. Grazie 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...